Da Sabato 9 a Domenica 10 Febbraio
Partenza
2 giorni
Durata
Parco del Matese – Campania
Località
Medio
Impegno

Ciaspole nel Parco Regionale del Matese

Iscrizione entro il 20 Gennaio

Parco Regionale del Matese, meravigliosa Natura del Sud Italia.

Con le ciaspole raggiungeremo i monti più belli del territorio, dove la vista spazia fino al Golfo di Napoli da una parte e l’Appennino abruzzese dall’altro.

 Il Parco Regionale del Matese è fra quelli meno conosciuti, inserito fra lo splendido Molise e la parte a valle, i dintorni di Caserta. Il Parco, bello e “sorprendente” in ogni periodo dell’anno offre forse la sua veste migliore nel periodo di innevamento, per la felice armonia di forme in cui si fondono il manto boschivo, le notevoli cime (2000 mt) e il lago. La tranquillità e il silenzio dell’area contrastano con la zona di pianura che ci lasciamo alle spalle arrivando dal casertano. L’ospitalità e degna delle migliori tradizioni del Sud, poco invasiva si presenta solo in alcuni punti del Parco, sparsa fra la zona di di competenza di Campobasso e quella casertana. Tradizioni culinarie di notevole interesse. I percorsi sono di medio impegno, con l’intento di mostrare paesaggi diversi, da quello boschivo lacustre a quello di cima con ampi panorami.

 

Spese individuali previste:

Le spese sotto descritte verranno sostenute autonomamente da ogni partecipante, salvo quelle relative alla Guida che vanno anticipate al momento della adesione e di cui si rilascerà regolare Fattura. Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo. Ogni partecipante è libero di non aderirvi e scegliere servizi diversi.

  • Assistenza tecnica: 50 euro
  • Un giorno in Mezza pensione presso Agriturismo, 60 euro a persona
  • Eventuale supplemento camera uso singola, 25 euro
  • Spese di trasporto in automobile
  • Noleggio ciaspole: 15 euro per i due giorni
  • Facoltativo utilizzo della motoslitta: 10 euro a persona
  • Pranzi

Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere e non è inclusa Assicurazione Infortuni

 

Programma Attività

Le escursioni in programma possono essere modificate o annullate, a discrezione della Guida, per motivi meteo e di sicurezza

 

Sabato 9 Febbraio

Giunti sul posto lasceremo i bagagli in camera e proseguiremo per il punto noleggio ciaspole e punto terminale dell’escursione di oggi. Il percorso si snoda principalmente su forestali, nel tipico paesaggio boschivo imbiancato dalla neve. Solo nella parte finale avrà affacci panoramici sulla valle e, con un po’ di fortuna, sulla costa campana. Il fondo è agevole.

Il dislivello in salita è di 350 mt, la distanza di 12 km.

Al termine sosta calda in rifugio e rientro in Albergo

 

Domenica 10 Febbraio

Escursione su una delle cime più panoramiche del Matese, il Monte Mutria, quota 1823 mt, vista ampia sul versante molisano. Iniziale salita graduale su sterrata per proseguire con maggiori pendenze su sentiero fra i boschi, fino a quando il passo libera il bosco e ci mostra orizzonti lontani. Con un passo regolare e con percorso solo a tratti ripido raggiungiamo la cima in 600 mt di dislivello. Il ritorno è solo in parte sullo stesso tracciato. Prenderemo una forestale che in modo più comodo ci porterà ad un Rifugio dove avremo precedentemente lasciato una macchina.

Il percorso è molto panoramico e il fondo non presenta difficoltà.

Dislivello in salita 600 mt, distanza 12 km, fondo su sentiero e stradelli, tempo di percorrenza 5 h escluse le soste.

Rientro ai luoghi di provenienza.

 

Se fossi interessato contatta il 333 6327610 o scrivi a info@camminomediterraneo.com o manda whatsApp o SMS.

Ti invierò il programma completo con i dettagli

 

Una montagna è come una biblioteca. Il suo inizio si perde nei meandri del tempo, e non ha mai fine. Ci si può viaggiare dentro, ed è una scoperta continua, di valle in valle, di cima in cima. Giunti sulla vetta più alta, si resta con in bocca il sapore della libertà. E non si vorrebbe smettere, viene voglia di tornare a valle e camminare per i boschi, cercare e scoprire, e poi salire ancora.

Una montagna è un libro da leggere e rileggere: le sue pagine sono pieghe di roccia, anfratti e campi; narrano vicende umane e naturali antiche.

Il Matese si estende per oltre sessanta chilometri, a cavallo tra Campania e Molise. È l’anello di congiunzione fra regioni tra loro molto diverse, il punto di incontro di due culture. Così come è l’incontro tra due mondi geologici: quello del calcare, rigido e luminoso, fatto di creste e profonde valli, e quello morbido d’argilla, tondo e sinuoso, che si allunga fino all’Adriatico.

Il Monte Miletto, massima elevazione del massiccio, raggiunge i 2.050 metri sul livello del mare. Da questa vetta lo sguardo può spaziare senza impedimenti in tutte le direzioni. In basso i tre laghi del massiccio, il Lago Matese, quello di Gallo e quello di Letino. Poco oltre le affilate Mainarde, e in lontananza la Maiella e persino il Gran Sasso. Da ovest a est, sul profilo di montagne e colline, è scolpita la storia geologica di questa parte della penisola.

Sollevato da potenti spinte tettoniche, il calcare del Matese ospita alcuni tra i fenomeni carsici più eclatanti dell’intero Appennino: profonde grotte fatte di pozzi e meandri in cui scorrono fiumi vorticosi, che formano cascate e laghi solo in parte esplorati. Su questa montagna la dissoluzione e l’erosione hanno lavorato insieme, incidendo valli, conche e pianori. Anfratti e luoghi ameni in cui crescono maestose faggete, e dove pascolano indisturbate mandrie e greggi, e galoppano cavalli allo stato brado.

Additional information

PartecipantiMassimo 16, Minimo 6
AccompagnatoreGiuseppe D’Onofrio
Contatti+39 333.63.27.610, info@camminomediterraneo.com

Tour Reviews

There are no reviews yet.

Leave a Review

Rating