Da Sabato 15 a Domenica 16 Settembre
Partenza
2 giorni
Durata
Jeranto, Campania
Località
Facile, Medio
Impegno

Trekking sulla costa amalfitana. Simboli d’Italia ed eccellenza paesaggistica del Sud, il Vesuvio, la Penisola Sorrentina e la Baia di Jeranto mostrano la grande varietà e bellezza di questo paese.

Scadenza Iscrizione: 30 Agosto

 

Mini Vacanza di Trekking e mare, di intensità graduabile nel Parco nazionale del Vesuvio e nella parte terminale della Costiera Amalfitana.

Sul Vesuvio, con una Guida vulcanologica, ci permetteremo una visita straordinaria coprendo il periplo del cratere vulcanico.

Escursioni su Punta Atena e Baia di Jeranto con una Guida Ambientale Escursionistica

I Trekking sono di intensità graduabile nel Parco nazionale del Vesuvio e nella parte terminale della Costiera Amalfitana, quella tormentata terra che scolpisce la punta della Penisola sorrentina, Punta Campanella, detta anche Punta Atena, e Baia di Jeranto. Ci troviamo di fronte ai faraglioni di Capri e ai celebri miti omerici non a caso ambientati in questa superba striscia di autentica natura mediterranea, di fronte alle antiche e leggendarie isole Sirenuse. Di notevole valore geologico e paesaggistico è l’emozionante anello a piedi, normalmente non visitabile, dell’intero orlo craterico del Vesuvio, con autorizzazione specifica e accompagnamento di guida vulcanologica autorizzata.

Altrettanto affascinante è l’escursione nella selvaggia e tormentata Valle dell’Inferno, all’interno dell’antico cratere Somma – Vesuvio. Sono necessari scarponcini, discreto allenamento in caso di scelta integrale del percorso Trekking.

 

 

Spese individuali:

Le spese sotto descritte verranno sostenute autonomamente da ogni partecipante, salvo quelle relative alla Guida che vanno anticipate al momento della adesione. Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo. Ogni partecipante è libero di non aderirvi e scegliere servizi diversi.

 

  • Assistenza Tecnica: 50 euro
  • Un giorno in B & B presso Hotel***: 35 euro + Tassa di Soggiorno
  • Eventuale Supplemento camera uso singola, 20 euro al giorno
  • Spese di trasporto in automobile, costo indicativo a/r di 35 euro a persona
  • Cena presso Ristorante: Costo secondo consumo
  • Eventuale noleggio Minibus (ove le automobili non fossero sufficienti): 30 euro di noleggio a persona + carburante, pedaggio autostradale e parcheggi per un totale indicativo, compreso noleggio, di 60 euro a persona
  • Pranzi
  • Guida Vulcanologica e ingresso al Parco del Vesuvio: 25 euro

 Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere e non è inclusa Assicurazione Infortuni 

Programma Attività

La Guida può sostituire o annullare escursioni previste per motivi di sicurezza o metereologici

 

Sabato 15: Parco Nazionale del Vesuvio

Dopo gli appuntamenti previsti, si giunge al Parcheggio posto sul grande piazzale a quota 1000, lato Ercolano. Raggiunto l’orlo craterico con una salita a piedi di circa 170 mt, inizia la visita con il vulcanologo che con un permesso straordinario ci accompagnerà lungo l’emozionante periplo della bocca del cratere. Il sentiero è tipicamente vulcanico, breccia incoerente che ci eleva fino alla parte sommitale del vulcano, a 1281 mt. L’ambiente è disseminati di fumarole e la vista sul fondo è mozzafiato. Non da meno quella sul Golfo di Napoli e parte della Campania interna fino ai confini con il Lazio (condizioni atmosferiche permettendo). Il Vulcanologo ci illustrerà Storia e fenomenologia del più famoso Vulcano del Mondo, quello che ha dato il via allo studio sui vulcani.

Terminato il giro, in circa 1 h 30’ e 280 mt di dislivello dal P, chi vuole può comodamente rientrare verso l’ingresso.

Il proseguimento è in discesa, lungo un sentiero che ci accompagna in sicurezza sulle pendici Nord Est del cratere, una parte meno frequentata ma che svela il cuore selvaggio del Vulcano, verso la Valle dell’Inferno.

Dopo 40’ di discesa, anche in questo caso, chi vuole può comodamente rientrare verso le automobili con uno stradello pianeggiante, in altri 40’.

Per i più intraprendenti e curiosi, ci aspetta la parte più inesplorata e antica del complesso vulcanico: l’interno della Valle dell’Inferno. Si susseguono vegetazione vulcanica, colate laviche raffreddate e piccole crepe. Percorso in sicurezza che risente, a differenza dei primi due tratti, di una temperatura maggiore. Si giunge al punto di partenza in circa 2 h e 150 mt di dislivello in salita. Totale del giro integrale: percorso ad anello, 5 ore il tempo di percorrenza, escluse le soste. Dislivello complessivo in salita 400 mt, sentiero e sterrata agevole con presenza di materiale breccioso vulcanico incoerente.

Partenza verso la destinazione per cena e pernotto.

  

Domenica 16: Monte San Costanzo e Punta della Campanella

Trekking fra i più belli della Costiera di fronte a Capri, paesaggio d’incanto, nel quale la Punta è estremo confine del Grande Golfo di Napoli e allo stesso tempo spartiacque fra la costa amalfitana e sorrentina.

E’ un trekking dai grandi contenuti, un colpo d’occhio straordinario, immersi non solo nella Natura ma anche in un pezzo eccezionale della Storia e del Mito del nostro Mondo Antico.

Il percorso è diviso in due parti, la prima semplice, su fondo buono e con dislivello in salita di 250 mt. Si può percorrere tornando al punto di partenza per la stessa strada in circa due ore al massimo. La seconda parte si sviluppa principalmente su sentieri pianeggianti o in discesa. Il panorama è di grande bellezza, il fondo del sentiero si fa sempre più accidentato, in discesa, e richiede un buon equilibrio ed elasticità. L’intero giro diventa circolare e il dislivello in discesa sarà di 500 mt, quello in salita non varia. La distanza totale di circa 8 km.

Al termine riprenderemo le nostre automobili per il rientro nei luoghi di provenienza.

 

 

Se fossi interessato contatta il 333 6327610 o scrivi a info@camminomediterraneo.com o manda whatsApp o SMS.

Ti invierò il programma con gli ulteriori dettagli

Informazioni aggiuntive

AccompagnatoreGiuseppe D’Onofrio
Contatti+39 333.63.27.610, info@camminomediterraneo.com
22-aprile-2017-trekking-costiera-e-vesuvio
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (39)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (37)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (36)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (35)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (33)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (32)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (31)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (27)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (26)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (25)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (23)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (21)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (20)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (18)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (16)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (15)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (12)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (8)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (4)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (3)
Positano, Punta Campanella e Vesuvio - Cammino Mediterraneo (1)

Recensioni

5 basato su 1 recensione
5 di 5
19 settembre 2018

Vesuvio in una mattina di settembre. Fuori dal circuito turistico del cratere, lungo la vecchia strada Matrone e poi nella Valle dell’Inferno. Bosco di imponenti ginestre in parte distrutto dall’incendio, nel cratere antico del vulcano, tra distruzione e rinascita. Un paesaggio primordiale.

Lascia una recensione

Rating