Da Sabato 25 Agosto a Sabato 1 Settembre
Partenza
8 giorni
Durata
Menaggio
Località
Alto, Facile, Medio
Impegno

Lago di Como. Trekking sui monti, pernotto in Rifugio e in Hotel, escursioni in battello e visite ai magnifici giardini “d’epoca”, atmosfere manzoniane e vie di transito verso antiche speranze

Scadenza Iscrizione: 25 Luglio

 

Luogo magico, fra i più bei laghi d’Europa, forma bizzarra e anima glaciale, è il meraviglioso specchio di montagne ammantate di verde che spiccano per la loro altezza e aspra bellezza. Dalle acque, ricche di ville d’epoca e giardini, ci alziamo su antichi sentieri e vette dove godere di spettacolari panorami.

Cercheremo i luoghi e gli scorci più rappresentativi di questo variegato mondo lacustre che in un batter…. di passo conduce dalla mondanità lussuosa delle rive alla Natura più bella, per meravigliosi trekking

Il Lago di Como, noto palcoscenico manzoniano, si distingue dagli altri due grandi laghi del Nord. Più stretto e articolato, ospita una minore densità abitativa, schiacciata, specialmente ad Est dalle pareti imponenti dei suoi Monti (fino a 2600 mt) e una dimensione più ristretta e quasi ‘casalinga’, rispetto all’imponenza del Garda e all’Aristocrazia del Maggiore.

Diversamente, per chi ama il Trekking, c’è una ampia rete di sentieri che portano a paesaggi di straordinaria e inaspettata bellezza, da quelli storici a quelli d’alta montagna, con panorami che portano l’occhio dal Monte Rosa alle Alpi Svizzere, dal Lago Maggiore a Milano, dalle Alpi occidentali a quelle della Lombardia.

Anche i famosi borghi (Bellagio, Menaggio, Varenna), mantengono una dimensione non caotica, ospitanti un turismo soprattutto estero dai toni sommessi.

Percorrere il Lago in Battello o arrivare a piedi alle cappelle e chiesette di media montagna, sovrastanti il Lago o affacciarsi da un rifugio immersi nel verde delle Betulle e dei Faggi o ancora fermarsi in una spiaggetta al tramonto ascoltando solo il lieve frangersi dell’onda, sono solo alcuni dei colori che compongono la tavolozza di questa vacanza.

Percorrere i sentieri del triangolo e dei monti lariani, del parco Naturale della Grigna e delle antiche vie dei viandanti, sono il modo migliore per respirare e abbracciare questo lago, li dove altri non arrivano.

 

La partecipazione a questa settimana di vacanza escursionistica richiede abitudine alla montagna per percorrere i sentieri ma permette, a scelta, anche di osservare giornate di riposo e relax.

Per la sicurezza di tutti si richiede equipaggiamento di montagna

 

 Spese individuali previste

Le spese sotto descritte verranno sostenute autonomamente da ogni partecipante, salvo quelle relative alla Guida che vanno anticipate al momento della adesione e di cui si rilascerà regolare Fattura. Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo. Ogni partecipante è libero di non aderirvi e scegliere servizi diversi.

  • Assistenza tecnica: 120 euro
  • Sette giorni in Mezza Pensione presso Albergo***: 350 euro
  • Supplemento camera uso singola: 20 euro a notte
  • Pernotto e Pranzi in Rifugio.
  • Trasporti pubblici e privati

 

Programma Attività

Le escursioni in programma possono essere modificate o annullate, a discrezione della Guida, per motivi meteo e di sicurezza

Sabato 25 Luglio: Arrivo e sistemazione in Albergo

Domenica 26: Sui sentieri della Grande Guerra

Altra escursione estremamente panoramica. Il Lago caratterizza ed esalta questi monti ed ogni escursione ne cerca l’anima, con paesaggi e atmosfere uniche.

Avremo la possibilità di vedere anche alcuni resti della imponente Linea Cadorna, che nel suo lungo tracciato, passava da quì. Grande panorama su gran parte del Lago e sulle creste alpine che in lontananza fanno da sfondo. Si parte da quota 950 mt per arrivare sulla cima, a quota 1630 mt.

Distanza 16 km, dislivello in salita 680 mt, fondo agevole. Pranzo in rifugio

 

Lunedì 27: L’Ombelico del Lario

Scoprire il Lario vuol dire raggiungere i balconi panoramici migliori, per ammirarne gli scorci da ogni angolazione. Non potrebbe mancare la dorsale di Bellagio, che sfiora i 1700 mt del Monte San Primo, il cosiddetto Triangolo Lariano, quella parte di territorio che con vertice a Bellagio viene confinato fra il ramo di Como e quello di Lecco

Il percorso scelto ci permette di arrivare sulla vetta con relativa facilità e di cavalcare la cresta in una entusiasmante discesa fino a Bellagio, una delle perle del Lago. E’ un punto di vista privilegiato rispetto ad ogni altro perché è….. l’ombelico; la vista si apre verso gli alpeggi, Lecco, la Grigna e tutto l’arco di monti che circondano il Lario.

Utilizzeremo macchine private fino al Porto di Menaggio, battello per Bellagio e taxi fino alla partenza del sentiero che ci condurrà nuovamente a Bellagio.

Per questa giornata chiedo un po’ di impegno, consapevoli di aver scelto il trekking più bello che si possa fare in questa parte di Lago, con il tempo a disposizione.

Distanza 17 km, Dislivello in salita 600 mt, dislivello in discesa 1400 mt (graduali)

La parte più impegnativa del percorso è un preciso tratto di discesa, con dislivello di 450 mt coperto in 1 km: sentiero ripido, scivoloso, richiede attenzione, bastoncini, equilibrio, passo fermo. Non adatta a chi soffre di problemi articolari.

La parte restante del percorso non presenta problemi, è su sentiero o stradello comodo.

E’ possibile ridurre il percorso utilizzando un Autobus che porti direttamente a Bellagio, dopo circa 6 km di cammino

Martedì 28: In Vista della Svizzera

Senza dubbio il percorso più bello, anche se non il più alto. Il sentiero che porta a quota 1736 mt della cima è continuamente proteso verso il Lago con affacci incantevoli. Arrivati sulla cresta e poi sulla cima, lo sguardo si distende verso il Monte Rosa, le Alpi svizzere e italiane, il Lago di Lugano e l’intero Lago lariano. La salita è regolare, tale da non far sentire oltremodo il dislivello, fondo sufficientemente agevole, merita sicuramente uno sforzo per arrivare in questo incantevole panorama. Il giro è parzialmente ad anello e ci porterà presso il Rifugio Cai dove sarà possibile gustare un ottimo pranzo alpino.

Dislivello in salita 800 mt, tempo di percorrenza escluse le soste 4 h. Come per le altre escursioni, raccomandiamo scarponi, abbigliamento adeguato, bastoncini.

E’ possibile una riduzione di salita di 150 mt e di distanza. Pranzo al sacco o al rifugio.

Mercoledì 29: Tramonto e Alba nel fantastico mondo delle vette. Pernotto in rifugio

Entriamo nel fantastico mondo delle cosiddette Grigne e più precisamente nella Grigna Settentrionale. E’ un complesso montuoso vario e di affascinante bellezza, le cosiddette Alpi Orobiche. Tipicamente alpino ma classificato in realtà come prealpino, si distende dal Lago verso Est-Sud Est e spicca per il felice contrasto fra questo paesaggio aspro e la vicina dolcezza del lago. Si intervallano betulle e faggi, larici e abeti, con una sequenza interrotta solo dalle incisione vallive e da alcuni alpeggi.

Proprio per questo fascino abbiamo scelto di regalarci un pernotto nel rifugio più bello e panoramico delle Orobie. Partiamo da quota 1240 mt per giungere sulla vetta a 2410 mt, dove è appollaiato il Rifugio. La distanza è di 13 Km. Dislivello complessivo 1200 mt, da coprire con passo lento e le dovute soste panoramiche.

Cena, pernotto e colazione in rifugio, per ammirare sia il tramonto che l’alba.

La maggior parte del dislivello è concentrato nella seconda parte del percorso, con tratto finale ripido. Occorre abitudine alla montagna, un minimo ricambio per il giorno dopo, abiti caldi per la sera e la mattina, adattamento alla sistemazione in Rifugio (una sola notte rispetto al comodo albergo delle restanti notti)

Il percorso è meraviglioso ma non è adatto a chi soffre di vertigini, occorre equilibrio, bastoncini, scarponi e passo sicuro.

Il mattino dopo escursione di rientro verso il Lago.

Chi non volesse seguire il programma di questa giornata, con pernotto in rifugio, potrebbe rimanere in zona Lago e godere dei tanti spunti turistico-culturali che il lago offre, antiche ville d’epoca, giardini, borghi o la vicina Lugano con il suo lago, gite in battello fino a Como e Lecco, castelli e Forti della Grande Guerra, villaggi d’alpeggio e costieri. Il pernotto continuerebbe in Albergo, come per le altre notti.

 

Giovedì 30: Il rientro nella civiltà

Dopo la colazione e lo spettacolo che la montagna ci offre, riprendiamo i nostri passi che dal Rifugio di quota 2410 mt ci portano in discesa su di un sentiero diverso e più breve, fino alle macchine. Il percorso è altrettanto bello, con sosta in rifugio per rifocillarsi.

Sulla strada di ritorno, in automobile, breve soste ai borghi panoramici e al Castello di Vezio.

 

Venerdì 31: I Balconi Nord orientali

Consapevoli della grande varietà di paesaggi e della molteplicità di percorsi che esistono intorno al Lario, fin verso il Ceresio (lago di Lugano), dobbiamo a malincuore escludere tanti spunti escursionistici di grande valore. La scelta cade per motivi anche geografici, verso il Nord Est per ammirare il lago da un altro dei suoi incantevoli angoli. Ci spingiamo alle falde del suo monte più alto, ben 2610 mt. Ne sfioriamo le falde tenendoci a quote che ci permettono magnifiche viste sul Lago con una escursione più breve e di impegno ridotto, per questo ultimo giorno.

Sono possibili due percorsi.

Primo percorso: 10 km, dislivello in salita 700 mt

Secondo percorso: 6 km, dislivello in salita 400 mt

Al termine, se il tempo ce lo permetterà, faremo il giro del Lago nella sua parte Nord, quella fino ad ora tralasciata.

 

 Se sei interessato contatta il 333 6327610 o scrivi a info@camminomediterraneo.com o manda whatsApp o SMS

Informazioni aggiuntive

DestinazioneMenaggio, Lago di Como
PartecipantiMinimo 8 – Massimo 20
AccompagnatoreGiuseppe D’Onofrio
Contatti+39 333.63.27.610, info@camminomediterraneo.com
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-7
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-41
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-40
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-39
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-38
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-37
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-36
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-35
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-34
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-33
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-32
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-31
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-30
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-29
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-28
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-27
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-26
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-25
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-24
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-23
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-22
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-21
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-20
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-19
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-18
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-17
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-16
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-15
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-14
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-13
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-12
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-11
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-9
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-7
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-6
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-4
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-3
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-2
trekking-al-lago-di-como-cammino-mediterraneo-1

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Lascia una recensione

Rating