Da Sabato 21 a Sabato 28 Luglio
Partenza
8 giorni
Durata
Selva di Cadore
Località
Alto, Facile, Medio
Impegno

Dalla zona di Selva di Cadore come punto di partenza scopriamo le più spettacolari vette dolomitiche dell’intero arco alpino, quelle della Provincia di Belluno.

Passo Falzarego, Lagazuoi e le trincee della grande Guerra, le Tofane, Monte Pelmo, Monte Civetta, Monti Averau, Nuvolau e Cinque Torri, Parco Naturale Fanes – Senes – Braies

Scadenza Iscrizione: 21 Giugno

 

Le Dolomiti bellunesi comprendono la maggior parte delle vette prettamente dolomitiche, ancor più del confinante Trentino Alto Adige. In questo paesaggio alpino emergono come grandi torri protese verso il cielo, montagne celebri e maestose. Una settimana per scoprirne i percorsi, consapevoli di essere fra le meraviglie del Mondo.

Selva di Cadore è un grazioso paese di montagna situato a 1335 mt di altezza, con 700 abitanti. L’albergo domina la cittadina di Selva, a quota 1425 mt e a 2 km dalla stessa

La posizione di Selva è ottimale per raggiungere tutte le più belle cime del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, dal 2009: Le Dolomiti

La partecipazione a questa settimana di vacanza escursionistica richiede abitudine alla montagna per percorrere i sentieri ma permette, a scelta, anche di osservare giornate di riposo e relax.

Per la sicurezza di tutti si richiede equipaggiamento di montagna

 

 

Spese individuali previste

Le spese sotto descritte verranno sostenute autonomamente da ogni partecipante, salvo quelle relative alla Guida che vanno anticipate al momento della adesione e di cui si rilascerà regolare Fattura. Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo. Ogni partecipante è libero di non aderirvi e scegliere servizi diversi.

  • Assistenza tecnica: 120 euro
  • Sette giorni in Mezza Pensione presso Albergo***: 400 euro
  • Supplemento camera uso singola: 20 euro a notte
  • Pranzi in Rifugio
  • Trasporti pubblici e privati

Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere e non è inclusa Assicurazione Infortuni 

 

Programma Attività

Sabato 21 Luglio: Arrivo e sistemazione in Albergo

Domenica 22 Luglio: Massiccio del Nuvolau, Averau e Cinque Torri

Situato fra i passi di Falsarego e Giau, il gruppo del Nuvolau/Averau e delle celebri Cinque Torri (un tempo molte di più) è una zona escursionistica di indiscussa qualità. È una delle classiche cime delle Dolomiti Bellunesi, insieme al vicino Averau, grandi complessi dolomitici di straordinaria selvaggia bellezza. Si sale fino al rifugio Nuvolau, in prossimità della cima, quota 2575 mt.

Il rifugio Averau si trova nelle immediate vicinanze del Museo della Grande Guerra all’aperto delle 5 Torri dove si possono percorrere le trincee e le postazioni restaurate. Su queste montagne fu infatti combattuta una guerra di incredibile sofferenza fra l’esercito italiano e austro ungarico. A memoria di quei tragici eventi è stato realizzato il più esteso Museo della Prima Guerra Mondiale. Diverse sono le varianti possibili al percorso, sia per ridurre che aumentare l’impegno, grazie alla presenza di seggiovie, ove utilizzate, o di percorsi sterrati, in tutta sicurezza.

E’ possibile scegliere la soluzione più adatta parlandone alla Guida la sera prima.

Pranzo in Rifugio. Tempo di spostamento in automobile 35’ andata e 35’ per il ritorno.

Fra le diverse possibilità segnaliamo:

Percorso 1: 10 km, 600 mt di dislivello in salita, 450 mt di dislivello in discesa, sentiero, stradello.

Percorso 2: 18 km, 600 mt di dislivello in salita, 1300 mt di complessiva discesa, sentiero, stradello.

Lunedì 23 Luglio: Anello intorno alla Croda da Lago (o de Fedra)

Chi è davvero affascinato da paesaggi e laghi alpini (Lago de Federa), questo è un percorso ad anello che passa sotto alte pareti, attraversa splendidi boschi e si sofferma lungo le rive di uno splendido lago. Richiede un po’di impegno e abitudine a percorsi escursionistici di montagna, ripagato da paesaggi unici. Il percorso si mantiene a quote più basse e percorribili rispetto alla parte più verticale e rocciosa.

E’ possibile ridurre l’impegno con un percorso a/r fino al Lago, escludendo il periplo della Croda (la Croda è una guglia rocciosa a sezione triangolare con spigoli netti).

Il Pranzo sarà consumato presso Rifugio sulle rive del lago in entrambe le soluzioni di percorso.

Tempo di spostamento in automobile 35’ andata e 35’ per il ritorno.

Percorso 1: Dislivello in salita 400 mt, distanza 9 km, tempo di percorrenza 3 escluse le soste.

Percorso 2: Dislivello complessivo in salita 800 mt, distanza 13 km, fondo su sentiero di montagna con tratti ripidi in salita e discesa, facilmente superabili. Tempo di percorrenza escluse le soste, 5 h

 

Martedì 24 Luglio: Parco Naturale Fanes – Senes – Braies

Da Sud entriamo all’interno del vasto Parco Naturale. Il nostro percorso si tiene nella centro parte meridionale di questo spettacolare sistema montuoso dalle vette che superano i 3000 mt.

Anche in questa giornata possibilità di percorsi dal diverso impegno, accomunati dalla spettacolarità del paesaggio naturale, da torrenti e laghetti di montagna.

Il percorso in macchina richiede 50’ + 50’. Pranzo in rifugio

La salita a piedi, nella prima parte, è graduale e su comodo stradello.

Il percorso successivo alla sosta pranzo in rifugio è più impegnativo nel tracciato e presenta tratti di salita ripidi.

Diverse sono le possibilità offerte all’escursionista in questa giornata

In dettaglio:

Percorso 1, comune a tutti: percorso andata e ritorno su fondo comodo e salita graduale, distanza 14 km, dislivello in salita 500 mt. Pranzo in Rifugio.

Percorso 2, comune a tutti: percorso andata e ritorno su fondo comodo e salita graduale, distanza 20 km, dislivello in salita 600 mt. Pranzo in Rifugio. Presenza di 2 laghetti di montagna

Percorso 3: percorso di sola andata (punto di arrivo diverso da quello di partenza) su stradello comodo fino al rifugio pranzo (comune al percorso 2). Seconda parte più aspra, su sentiero sassoso di montagna. Distanza 20 km, dislivello in salita 1050 mt. Presenza di 3 laghetti di montagna

 

Mercoledì 25 Luglio: Dal Lagazuoi alle Tofane

Settimana questa, come non mai, che tocca tutte le più celebri vette Dolomitiche e non potevano mancare le Tofane e il Lagazuoi, una delle zone più note del logorante conflitto di Trincea della Grande Guerra. Escursione non lunga e dall’impegno contenuto che tocca però paesaggi straordinari, ricchi di Storia e panorami unici.

Da passo Falzarego al Rifugio Lagazuoi e da qui, utilizzando anche un tratto dell’Alta Via delle Dolomiti, ci porteremo sotto al Massiccio delle Tofane, grande panorama su Cortina e le vette circostanti.

Percorso 1: 12 km e 300 mt di dislivello

Percorso 2: 17 km e 600 mt di dislivello

 

Giovedì 26 Luglio: Ammiriamo la maestosità del Civetta

Ammireremo la parte Nord e Nord Ovest del maestoso massiccio del Civetta, uno dei più imponenti delle Dolomiti, per estensione e altezza, con i suoi 3220 mt, paragonabile al Gruppo del Sella.

Le sue varie cime sfiorano i 3000 mt e sono visibili da grandi distanze. E’ una montagna che, se percorsa integralmente comporta grandi distanze e dislivelli. Il percorso scelto ci permette di godere di una entusiasmante escursione senza affrontare tratti troppo difficili, per quanto occorra l’usuale attenzione, abitudine alla montagna e allenamento.

Lo spostamento in macchina è irrisorio (possibile farlo anche a piedi) e dopo un primo impianto che ci porta a quota 1765 mt inizia il percorso, tipico da alta montagna, dove la vegetazione lascia il passo al paesaggio roccioso.

La prima parte del percorso è comune, con copertura inevitabile del dislivello complessivo, da quota 1765 mt a 2300 mt, su fondo sassoso. Nella seconda parte sono possibili soluzioni diverse, per chi voglia ridurre l’impegno o chi voglia proseguire,

Per quanto riguarda distanze e dislivelli, sono “modulabili”

Percorso 1: 600 mt salita, 400 mt discesa, 10 km

Percorso 2: 900 mt salita, 900 mt discesa, 18 km

Sono possibili soluzioni intermedie. La Guida le illustrerà la sera prima. Pranzo in rifugio.

 

Venerdì 27 Luglio: Periplo del Monte Pelmo

Altra splendida escursione, altro tempio dolomitico. Il Monte Pelmo, dall’alto dei suoi 3168 mt (fra i più alti delle Dolomiti) spicca per la sua maestosità.

Il tracciato integrale copre l’intero anello del Pelmo, tornando con un giro antiorario, al punto di partenza. A metà del percorso un rifugio ci accoglie per la sosta pranzo, a quota 1946 mt.

parzialmente andata e ritorno, per permetterci di raggiungere il Rifugio Venezia, quota 1946 mt

La prima parte del percorso, fino al Rifugio si copre in 7 km e 250 mt di dislivello, su quote costanti, con saliscendi che sfiorano i 2000 mt. Giunti al rifugio, pranzo e chi volesse tornare sulla stessa strada potrebbe farlo, con la stessa sicurezza e facilità del tracciato già impegnato.

Chi volesse proseguire, chiudendo l’anello, coprirebbe la stessa distanza, ulteriori 7 km ma il dislivello e l’asprezza del percorso aumentano. Ulteriori 550 mt di dislivello in salita e fondo del sentiero sassoso, su paesaggio roccioso e tratti ripidi.

Percorso 1: 15 km, 400 mt di dislivello in salita, sentiero comodo

Percorso 2: 15 km, 800 mt di dislivello in salita, sentiero accidentato mai pericoloso, nella seconda parte.

 

Sabato 28 Luglio: Rientro ai luoghi di provenienza 

Se sei interessato contatta il 333 6327610 o scrivi a info@camminomediterraneo.com o manda whatsApp o SMS. Ti invierò il programma con gli ulteriori dettagli

Informazioni aggiuntive

DestinazioneSelva di Cadore, Veneto
PartecipantiMinimo 10, Massimo 24
AccompagnatoreGiuseppe D’Onofrio
Contatti+39 333.63.27.610, info@camminomediterraneo.com
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-12
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-38
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-37
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-36
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-35
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-34
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-33
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-32
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-31
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-30
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-29
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-28
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-27
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-26
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-25
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-24
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-23
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-22
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-21
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-20
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-18
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-17
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-15
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-14
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-13
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-12
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-11
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-10
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-9
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-7
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-6
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-5
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-4
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-2
trekking-dolomiti-del-cadore-cammino-mediterraneo-1

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Lascia una recensione

Rating