Giorno 22
Partenza
Aprile
Mese
4 giorni
Durata
Positano, Salerno
Località
Medio
Impegno

Trekking in Costiera Amalfitana e Vesuvio. Terra di mare e di fuoco, di sole e Natura, sconvolta dagli elementi. 

Scadenza Iscrizione: 8 Aprile

 

Trekking in Costiera Amalfitana e Vesuvio. Scopriamo quanto di meglio ci possa offrire in soli 4 giorni questa parte di Costiera Amalfitana e il Parco Nazionale del Vesuvio. Percorriamo sentieri sperimentati ed altri inediti fra la meravigliosa Punta Campanella e Baia di Jeranto, la vetta della Costiera dai panorami mozzafiato fino all’antico e al nuovo Sentiero degli Dei. Il primo meno conosciuto ma più panoramico, il secondo più comodo e famoso.

L’Agriturismo dove alloggeremo, dedito ad agricoltura e cucina biologica, si trova a 650 mt di altezza e gode di un meraviglioso panorama sul lato sorrentino e quello amalfitano.

Completa la vacanza il Parco Nazionale del Vesuvio, vissuto in tutti i suoi migliori percorsi, anche quelli con autorizzazione speciale, meno battuti e più spettacolari.

 

  • Primo Appuntamento: Roma, Via Roccella Jonica, Bar Tex ore 7.30. Zona Metro A “Anagnina”.
  • Secondo Appuntamento: casello autostradale di Portici – Ercolano.
    Il casello giusto è il secondo dei due che a distanza di 200 mt si susseguono ed è in uscita su tunnel.
    Usciti subito sulla destra c’è questo Bar che precede la vecchia Fabrica di Corallo “Donadio”.
    Il Bar è Lounge American Bar Luxury. Indirizzo: Via III Traversa Privata Sapio 12, Portici.
    Tel 081 7754331. Considerare 2 h 30’ da Roma, con andatura tranquilla e sosta.

 

Spese individuali:

  • Organizzazione, accompagnatore, Guida: 80 euro
  • Tre giorni in Mezza Pensione in Agriturismo: 150 euro.
  • Tessera associativa, ove scaduta o non sottoscritta: 15 euro
  • Supplemento camera uso singola: 20 euro a notte
  • Spese di trasporto
    In automobile: costo indicativo e da verificare 35 euro a testa (con tre passeggeri + conducente) per carburante e pedaggio autostradale, per i 4 giorni
    In Minibus: Noleggio, carburante, pedaggio autostradale, circa 65 euro a persona
  • Pranzi al sacco o in Trattoria
  • Ingresso al parco del Vesuvio + Guida vulcanologica: 20 euro a persona

 

Come partecipare

Per aderire a questa proposta Trekking è sufficiente contattare il 333 6327610 o inviare una e-mail a info@camminomediterraneo.com indicando, nome, cognome e numero di cellulare.

E’ anche necessaria l’iscrizione al sito: Apri “Area Utente”, in Home Page e quindi “Registrati”.

Se contattati tramite e-mail, daremo una risposta indicando i passaggi successivi per completare l’iscrizione al Trekking/Viaggio e per dare e richiedere ulteriori informazioni.

Prima della partenza verrà inviata una e-mail per informazioni pratiche, utili ad un corretto accesso all’attività

Trasporto

Verranno utilizzate automobili private e/o Minibus noleggiati direttamente dalla Guida o altro partecipante. Per chi avesse bisogno di passaggi deve comunicare direttamente alla Guida responsabile. Automobili private: i passeggeri divideranno in parti uguali 10 centesimi a Km + l’eventuale pedaggio autostradale, parcheggi a pagamento e servizi legati al suo uso.  Eventuale noleggio Minibus: 60 euro a persona per i 4 gg + carburante e pedaggio autostradale da dividere per gli 8 passeggeri.

Si richiede puntualità agli appuntamenti.

Alloggio

Agriturismo posto a 650 mt sopra Positano. Camere doppie con bagno in camera e servizio di Mezza Pensione. 

Consigli utili

Per le escursioni sono necessari scarponcini da trekking alti alla caviglia, indumenti caldi e comodi, coperture per la pioggia, zaino con capienza consigliata da 25 a 40 lt. Consigliati i bastoncini, specialmente in alcuni tratti dei percorsi.

Iscrizione al sito. Qualora non fossi già iscritto

Apri “Area Utente”, in Home Page e quindi “Registrati”. Questo passaggio può essere completato anche indipendentemente dalla partecipazione. E’ utile per ricevere le newsletter e indispensabile per il tesseramento e per aderire al singolo evento. Compila ogni campo della form d’iscrizione e clicca su “Registrati”.

Tesseramento. Per chi non avesse Tessera in corso di validità

La Tessera ha una durata solare, 365 giorni dal giorno di emissione. L’importo relativo alla tessera sottoscritta può essere versato in contanti alla Guida o acquistata tramite PayPal accedendo ai nostri sistemi automatici. E’ necessaria per accedere alle attività.
Per il Tesseramento è necessaria l’Iscrizione al sito.

Informazioni

Prima, durante o dopo uno di questi passaggi, è sempre possibile acquisire tutte le informazioni utili e necessarie alla partecipazione dell’attività scelta.
E’ possibile contattare l’Associazione via e-mail a info@camminomediterraneo.com o telefonare al 333 6327610 o al recapito telefonico indicato, relativo alla Guida incaricata.

Additional information

DestinazioneCampania
AccompagnatoreGiuseppe D’Onofrio
Contatti+39 333.63.27.610, info@camminomediterraneo.com
Tessera richiestaTessera Sport, Tessera Sport Plus

Sabato 22

Dopo gli appuntamenti previsti, si giunge al Parcheggio posto sul grande piazzale a quota 1000, lato Ercolano. Raggiunto l’orlo craterico con una salita a piedi di circa 170 mt, inizia la visita con il vulcanologo che con un permesso straordinario ci accompagnerà lungo l’emozionante periplo della bocca del cratere. Il sentiero è tipicamente vulcanico, breccia incoerente che ci eleva fino alla parte sommitale, a 1281 mt. L’ambiente è disseminato di fumarole e la vista sul fondo è mozzafiato. Non da meno quella sul Golfo di Napoli e parte della Campania interna fino ai confini con il Lazio (condizioni atmosferiche permettendo). Il Vulcanologo ci illustrerà Storia e fenomenologia del più famoso Vulcano del Mondo, quello che ha dato il via allo studio sui vulcani.
Terminato il giro, in circa 1 h 30’ e 280 mt di dislivello dal P, chi volesse potrebbe comodamente rientrare verso l’ingresso e la sua giornata trekking termina qui.
Chi scegliesse di proseguire con la Guida, si procede lungo un sentiero in discesa che ci accompagna in sicurezza sulle pendici Nord Est del cratere, una parte meno frequentata ma che svela il cuore selvaggio del Vulcano, verso la Valle dell’Inferno.
Dopo 40’ di discesa, anche in questo caso, è possibile comodamente rientrare verso le automobili con uno stradello pianeggiante, in altri 40’.
Per i più intraprendenti e curiosi, ci aspetta la parte più inesplorata e antica del complesso vulcanico: l’interno della Valle dell’Inferno. Si susseguono vegetazione vulcanica, colate laviche raffreddate e piccole crepe. Percorso in sicurezza che risente, a differenza dei primi due tratti, di una temperatura maggiore. Si giunge al punto di partenza in circa 2 h e 150 mt di dislivello in salita.
Totale del giro integrale ad anello: 5 ore il tempo di percorrenza, escluse le soste. Dislivello complessivo in salita 450 mt, sentiero e sterrata agevole con presenza di materiale breccioso vulcanico incoerente.
Partenza verso la destinazione per cena e pernotto.

Domenica 23 Aprile

Si parte in auto dall’Agriturismo e si arriva al punto di inizio escursione, nei pressi del Monte Faito. In 400 mt di dislivello fra belle faggete e splendidi panorami si arriva a solcare una delle più belle creste montuose costiere del Tirreno. E’ il passaggio più agevole per raggiungere Pizzo San Michele (Molare per gli amici, per la sua forma inconfondibile), la vetta più alta della catena dei Monti Lattari, i monti della Costiera. L’escursione è stata scelta per coniugare un impegno medio con la maggiore panoramicità che la Costiera Amalfitana possa offrire. Arrivati sulla vetta non torneremo se non parzialmente sui nostri passi, ma ci dirigeremo direttamente in Agriturismo, con un panoramico dislivello in discesa di 900 mt. Chi lo desiderasse potrebbe optare per ripetere la strada dell’andata, comoda e con analogo dislivello della salita, 400 mt (questa volta in discesa). Il percorso è spettacolare e i panorami unici. Pranzo al sacco, scarponcini alti e robusti, abiti di ricambio, comodi e leggeri, indumenti per pioggia e nuvole, bastoncini da escursionismo. Fondo su stradelli, sentieri in parte sassosi, ripidi, con parziale copertura arborea.
Relax dal bel panorama che si gode dall’Agriturismo, cena e pernotto.

Lunedì 24 Aprile

Questa giornata viene proposta con varie possibilità, ognuna in tutta sicurezza e secondo il proprio grado di allenamento.
Il percorso completo è un trekking ad anello che unirà l’antico e il nuovo sentiero degli Dei. E’ una giornata piena che, se fatta integralmente, richiede impegno e un buon allenamento. Sono comunque possibili soluzioni alternative che soddisfino esigenze diverse.
La partenza a piedi dall’agriturismo è alle 8.30. Si sale per poi scendere fino a località Nocelle da dove inizia l’attuale sentiero degli Dei.
Nocelle è una piccola frazione di Positano ed ha anche un panoramico e buon ristornate. Chi volesse potrebbe fermarsi qui e scendere poi comodamente con Bus di linea a Positano per una visita. Risalita in Agriturismo con Taxi.
Si prosegue sull’attuale sentiero degli Dei, fino a Bomerano, frazione di Agerola.
Chi volesse, potrebbe tornare sullo stesso sentiero fino a Nocelle e pranzare, con prenotazione obbligatoria, al Ristorante. Dopo pranzo risalita verso l’agriturismo oppure con taxi a Positano e poi in Agriturismo.
Chi invece intenda completare l’escursione prevista, con pranzo al sacco, da Bomerano si prende il percorso che ci farà toccare alcuni dei punti più spettacolari della Costiera. Attraversiamo la vecchia frana di 10 anni fa e continuiamo sull’antico Sentiero degli Dei, fino a tornare nuovamente a piedi all’Agriturismo.
Il giro completo richiede
Il percorso da Agriturismo a Nocelle richiede 5 km, 100 mt dislivello in salita, 200 mt dislivello in discesa, 2 h tempo di percorrenza. Sentiero comodo nella prima metà, più accidentato nella seconda parte ma senza problemi di rilievo.
Il percorso Agriturismo, Nocelle, Sentiero degli Dei, Nocelle richiede 15 km, 500 mt dislivello in salita, 300 mt dislivello in discesa, sentiero comodo
Il percorso completo, nuovo e antico Sentiero degli Dei, richiede 18 km, 1000 mt dislivello in salita, 650 mt dislivello in discesa, tempo di percorrenza 6 ore escluse le soste. Sentiero per la maggior parte comodo, tranne alcuni tratti. Occorre allenamento e abitudine alla montagna, ripagati da meravigliosi panorami.

Martedì 25 Aprile

Dopo colazione ci spostiamo verso Punta Campanella, detta anche Punta Athena. Ci troviamo nella parte finale della lunga catena preappeninica dei Monti Lattari. Elemento geografico e storico di grande importanza soprattutto nel passato: terminale del Golfo di Napoli a Ovest, punto di accesso rapido degli imperatori Tiberio e Augusto per le residenze capresi, sede di un tempio dedicato ad Athena, scenario del mito delle Sirene nel viaggio di Ulisse. Oggi è un magnifico affaccio sulla Costiera sorrentina e amalfitana, proprio di fronte ai Faraglioni di Capri, dietro i quali in certi periodi dell’anno cala il sole; è una rigogliosa macchia mediterranea, è la storia della Baia di Jeranto. Il percorso non è impegnativo, raggiunge la cima di Monte San Costanzo, circa 500 mt, utilizzando un sentiero continuamente fronte mare per poi scendere alla punta estrema.
Qui, per i più avventurosi, possibilità di raggiungere lungo una stretta, breve e accidentata gola, la Grotta Salara, oggi detta anche Grotta delle Sirene, caratterizzata dal fatto di avere, oltre all’ingresso subito evidente dal mare, anche una triplice apertura lungo la parete destra e un accesso dall’alto, nella parete di sinistra. Il nome della grotta deriva molto probabilmente dal fatto che lì si andasse a raccogliere il sale. Infatti parte dell’acqua di mare che entrava in quantità notevole in occasione di mareggiate si fermava nelle numerose pozze ancora oggi presenti al suo interno; una volta evaporata l’acqua si raccoglieva il sale, bene prezioso non solo per gli usi comuni, ma anche per la salatura del pesce.
Al termine dell’escursione risaliamo più dolcemente verso il paese, da dove partiremo verso i luoghi di provenienza.
L’escursione ha un dislivello complessivo in salita di 450 mt, distanza 8 km, tempo di percorrenza escluse le soste 3 ore. Percorso comodo con un po’ di attenzione nella parte centrale.

Tour Reviews

There are no reviews yet.

Leave a Review

Rating