______333.632.7610 info@camminomediterraneo.com

Ponza e Palmarola, trekking natura e mare

3 giorni

In Cammino nella spettacolare Ponza e la selvaggia Palmarola. Ne scopriamo gli angoli nascosti, l’affascinante e tormentata Storia, la Natura e le meravigliose coste, i pregi gastronomici e le atmosfere romantiche.

da sabato 18 a domenica 20 settembre

(Scadenza Iscrizioni: 30 agosto)

Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo.

Le spese sotto descritte verranno sostenute autonomamente da ogni partecipante, salvo quelle relative alla Guida che vanno anticipate al momento della adesione e di cui si rilascerà regolare Fattura. Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo. Ogni partecipante è libero di non aderirvi e scegliere servizi diversi.

Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere e non è inclusa Assicurazione Infortuni

 

  • Assistenza Tecnica: 90 euro
  • Due giorni di B & B presso albergo*** in camera doppia: 80 euro + tassa di soggiorno
  • Supplemento camera uso singola: 20 euro a notte
  • Pranzi
  • Due cene in ristorante: circa 50 euro
  • Spese di trasporto in automobile, Roma Terracina e ritorno: 10 euro (con equipaggio di tre passeggeri + autista)
  • Costo dell’aliscafo Laziomar, Anzio – Ponza, andata e ritorno: 50 euro
  • Battello per Palmarola: 35 euro
  • Degustazione in azienda vitivinicola (facoltativa): 15 euro

Guida Ambientale Escursionistica: Giuseppe D’Onofrio   333 6327610

Trekking facile.

Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere e non è inclusa assicurazione infortuni
Le escursioni in programma possono essere modificate o annullate, a discrezione della Guida, per motivi meteo e di sicurezza.

Su richiesta inviamo il programma completo comprendente anche i dettagli relativi ai voli aerei, ai servizi scelti sull’isola e alle modalità di adesione. E’ sufficiente inviare un messaggio whatsApp al 333 6327610 oppure una e-mail a info@camminomediterraneo.com

Consigli utili

  • Per le escursioni sono necessari scarponcini da trekking alti alla caviglia, indumenti freschi e comodi, coperture per la pioggia, zaino con capienza consigliata da 25 a 40 lt. Consigliati i bastoncini, specialmente in alcuni tratti dei percorsi.
  • Per chi voglia fare il bagno portare costume, ciabatte, scarpette da scoglio, crema solare e telo mare
  • Per chi soffra il mal di mare, consigliati i braccialetti oppure medicinali indicati in queste circostane

Il programma

 

Le escursioni in programma possono essere modificate o annullate, a discrezione della Guida, per motivi meteo e di sicurezza.
Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere e non è inclusa Assicurazione Infortuni
Quasi tutte le Escursioni proposte si prestano ad essere ridotte di impegno, a scelta dell’escursionista, per la presenza lungo il percorso, di luoghi da cui riprendere la strada di ritorno in tutta sicurezza.
Nonostante i percorsi siano semplici, si rende obbligatorio l’uso degli scarponcini. Sempre consigliati i bastoncini.

Sabato 18: Monte Guardia, panorami e degustazioni in cantina

Arrivati sull’isola ci spostiamo al B & B e sistemiamo i bagagli. Il B & B si trova nella parte alta di ponza porto e richiede un percorso a piedi in salita. I bagagli verranno portati da un servizio trasporto.

Il percorso di questo primo giorno è su vecchie mulattiere, con la presenza di muretti a secco che danno un aspetto antico a tutto il paesaggio. Arriveremo sul Monte Guardia. Il percorso integrale è diviso in tre parti. Lungo complessivamente 10 km, tempo di percorrenza escluse le soste 4 h, la somma dei tratti in salita ha un dislivello di 600 mt. Si può percorrere anche solo alcuni tratti dell’intero programma escursionistico di oggi. L’intero percorso è privo di copertura arborea e ombra.

La prima parte, per il faro, ha una lunghezza di 3 km e dislivello di 200 mt. Il sentiero è agevole nella parte iniziale e finale; nella parte centrale è stretto e ha qualche buca che si supera con un minimo di attenzione. Privo di tratti esposti al vuoto è estremamente panoramico sulla costa e regala una bellissima serie di affacci, fra fioriture e caprette allo stato brado. Il Faro è spettacolare, per la sua ardita posizione in cima ad uno sperone roccioso, raggiungibile solo con una scala scavata in galleria.

E’ possibile percorrere solo questa prima parte dell’escursione e tornare al B & B.

La seconda parte ci permette di raggiungere la cima del Monte Guardia, il dislivello complessivo in salita è 450 mt, distanza 6 km. La cima dell’isola, 283 mt, è il Monte Guardia. Dal suo pianoro sommitale si gode una vista totale di Ponza e di tutto l’arcipelago.

La terza parte prevede anche il sentiero per Punta il Fieno, tempo di percorrenza escluse le soste 4 h, la somma dei tratti in salita, di tutte le tre parti, ha un dislivello di 600 mt. Il percorso richiede l’uso di scarponcini da escursione, per la presenza di tratti accidentati e sassosi.

Al termine si torna al B & B. Cena al vicino Ristorante.

Una delle più belle vigne d’Italia. In questa giornata viene anche organizzata una visita alla “stupefacente” azienda vitivinicola Migliaccio.

 

Domenica 19: Escursione e bagni a Palmarola e periplo in barca di Palmarola e Ponza

Dopo colazione, si scende al Porto e ci si imbarca su Motonave privata per raggiungere Palmarola, partenza alle 9.30. La motonave può essere di 20 o 50 posti, secondo il numero di partecipanti.

Si costeggia la parte sud ovest di Ponza per dirigersi verso Palmarola. Arrivati sull’isola, chi non volesse fare l’escursione, potrebbe sostare in rada o sulla spiaggia (dove c’è un ottimo ristorante) per relax fra bagni e sole.

L’escursione sull’isola ha una durata di circa 2 h, priva di copertura arborea e ombra. Il sentiero è in terra e occorre un po’ di attenzione per alcuni punti scivolosi, facilmente superabili. Si giunge su una delle cimette dell’isola, altezza 283 mt. Bellissimo panorama sull’isola e l’arcipelago. Si torna indietro e si percorre un breve tratto del sentiero che attraversa l’isola verso sud, verso la parte più alta, dove la vegetazione sta riprendendo lo spazio lasciato dalla scarsa frequentazione. L’escursione presenta una difficoltà progressiva dovuta non al dislivello ma all’abbandono di alcuni vecchi sentieri che verranno percorsi fin dove è possibile. Ognuno può rientrare indietro facilmente.

E’ possibile fare una bella escursione sui sentieri di Palmarola perché il viaggio di gruppo permette il noleggio di una barca in esclusiva, con tempi dilatati e bisogni personalizzati.

Tornati alla spiaggia, breve bagno e Relax. Al termine riprendiamo la navigazione e arrivati in prossimità di Ponza, ne costeggeremo la costa Est, fino al Porto Borbonico. Per l’escursione è necessario l’uso degli scarponi da escursionismo. Rientro in B & B e cena.

Palmarola, la più occidentale dell’arcipelago e la seconda per estensione, dista da Ponza circa 7 miglia ed ha una struttura tipicamente vulcanica, con morfologia analoga a quella di Ponza. E’ caratterizzata da una costa molto frastagliata ricca di scogli, grotte e faraglioni che ne fanno un ambiente spettacolare. Il nome dell’isola deriva dalla pregiata specie di Palma Nana, che riesce ad attecchire su queste rocce poverissime di terra. Caratteristiche le case-grotta: abitazioni costruite sfruttando le cavità della roccia. Spartane per natura e comode quanto basta, hanno svolto a lungo una funzione abitativa per poi essere adibite a depositi per attrezzi agricoli. Palmarola è ricca di ossidiana, vetro puro allo stato naturale, nero, lucidissimo, da cui l’uomo primitivo ricavava punte di freccia, asce, coltelli. L’ossidiana veniva estratta a Palmarola e lavorata a Ponza e a Zannone e molto probabilmente trasportata al Circeo. Oltre ai gabbiani, i veri padroni dell’isola, nidificano numerose specie di uccelli protetti come la Berta maggiore e il Falco Pellegrino. Palmarola è una riserva naturale e grazie al suo aspetto incontaminato, è stata definita da Folco Quilici una delle più belle isole al mondo. Il colore del mare passa dall’azzurro turchese, al verde smeraldo, al giallo oro, variando secondo il colore delle rocce che vanno dal grigio al giallo, dal nero al rosso. L’isola è costellata di grotte, insenature, passaggi subacquei, rocce traforate che fanno dell’isola un modello originale di bellezze architettoniche.

 

Domenica 20 Settembre: Punta Incenso, Cala Fonte e Cala Feola

In questo ultimo giorno visiteremo la parte Nord di Ponza, quella di Le Forna e Punta Incenso.

La giornata permette opportunità diverse, da scegliere anche liberamente:

Programma con la Guida: Con Autobus di linea si giunge in prossimità del Ristorante Da Anna, uno dei migliori dell’isola, e si fa la breve, facile e spettacolare escursione fino a Punta Incenso. E’ il verde pianoro che caratterizza la parte Nord Est dell’isola, a chiudere l’antica caldera del vulcano ponziano, di fronte all’isolotto di Gavi. L’escursione è semplice e richiede appena un paio di ore, con le dovute soste per ammirare le spettacolari coste. Da punta Incenso si può ammirare, più che da altri punti, sia l’adiacente isolotto di Gavi sia l’ex isola del Circeo, oggi legata alla terra ferma

A seguire un pasto leggero in trattoria, precedentemente prenotata.

Rientro in zona Porto, per una passeggiata prima della partenza. Sufficienti scarpe da ginnastica.

Programmi alternativi:

  • Dopo l’escursione, con pranzo al sacco, direttamente in autobus a Cala Feola, nelle belle piscine naturali per un bagno oppure il bagno è possibile farlo, arrivandoci con 10’ a piedi, a Cala Fonte e pranzare eventualmente “da Igino”, piccola trattoria a ridosso della Cala.
  • Oppure evitare l’escursione e andare direttamente al mare o a cala Feola o cala Fonte, partendo dall’albergo con maggiore calma

Per tutti l’appuntamento è al Porto di Ponza alle 17. L’aliscafo parte alle 17.15 e arriva alle 19 circa al porto di Anzio. Il treno da Anzio per Roma Termini parte alle 20.12. Arriva alle 21.20. Oppure spostamento in automobile, per chi fosse arrivato con questo mezzo.

 

Appunti di viaggio…

Pronto a partire?

15 + 9 =

X contatti veloci:

Se hai bisogno di informazioni aggiuntive, compila il modulo accanto, o scrivimi a info@camminomediterraneo.com

Oppure chiama al numero: (+39) 333.632.7610

Proprietario del sito web:  cammino mediterraneo – di Giuseppe D’Onofrio – Partita IVA – 14405561003

condividi
condividi