______333.632.7610 info@camminomediterraneo.com

Settimana Trekking nel Parco nazionale del Gran Paradiso

Valgrisenche, Valsavaranche, Val di Rhemes, Val di Cogne

8 giorni

Uno dei più grandi e spettacolari parchi d’Italia, ne visiteremo alcune valli e percorsi, con il tempo a disposizione, fra le più rappresentative.

 

da sabato 22 a sabato 29 agosto 2020

(Scadenza Iscrizioni: 30 luglio)

Le spese sotto indicate vengono dettagliate per permettere a ognuno di sostenerle oppure di scegliere servizi diversi, scelti autonomamente. Le spese obbligate sono quelle relative alla Assistenza Tecnica e alle Guide Locali. Qualora si scelga di seguire quelle indicate, è obbligo, per l’adesione, inviare acconto per bloccare i servizi più importanti, Guide e Albergo.

Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo.

  • Assistenza tecnica: 120 euro
  • Sette giorni in Mezza Pensione presso Albergo**, 330 euro
  • Supplemento camera matrimoniale uso singola: 20 euro a notte
  • Pranzi in Rifugio o al sacco
  • Trasporto automobile o Minibus

Accompagnatore Giuseppe D’Onofrio

Trekking Medio e facile

Appuntamenti:

  • Primo appuntamento: Sabato 22 agosto, Roma, Piazza Bologna 1, Bar Meeting Place, ore 8
  • Secondo Appuntamento: Albergo, ore 17

Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere
Le escursioni in programma possono essere modificate o annullate, a discrezione della Guida, per motivi meteo e di sicurezza.

La partecipazione a questa settimana di vacanza escursionistica richiede equipaggiamento e abitudine alla montagna ma permette, a scelta, anche di osservare giornate di riposo e relax.

 

Necessari

  • scarponcini da trekking alti alla caviglia
  • zaino con capienza consigliata da 30 a 50 lt
  • coperture per la pioggia

Consigliati

  • indumenti caldi e comodi
  • bastoncini, specialmente in alcuni tratti dei percorsi
  • crema protettiva per il sole
  • cappellino
  • pantaloni lunghi
  • Sali (magnesio e potassio)

Su richiesta verrà inviato il programma completo e dettagliato con le modalità di adesione

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è uno dei più antichi e vasti d’Italia, meta continua di appassionati ed escursionisti che qui possono ammirare una Natura quasi selvaggia, con la presenza di specie animali (camosci, stambecchi) e vegetali che usufruiscono di una presenza dell’uomo discreta e meno invasiva, rispetto ad altre zone alpine.

Le strutture di assistenza (rifugi), la rete viaria in diramazione dalle valli e gli impianti di risalita sono assenti e per questo il Trekking ci chiede un maggiore impegno e minori comodità. Per raggiungere le quote minime per ammirare i grandi spettacoli occorre tener conto di dislivelli in salita che vanno, per la nostra settimana, dai 600 ai 900 mt.

A compensare questo impegno ci sono sentieri che nella quasi totalità presentano ascese graduali e fondo comodo, costituiti per la maggior parte da antiche mulattiere e dai cosiddetti percorsi reali, quelli che in particolare il Re Vittorio Emanuele II aveva fatto tracciare per le sue note attività di caccia.

Il programma

Sabato 22 Agosto: Arrivo e sistemazione in Albergo, previsto per le 17

Per chi parte da Roma il primo appuntamento è per Sabato 22 Agosto a Piazza Bologna 1, Bar Meeting Place, ore 8. 

Domenica 23 Agosto. Val di Rhemes: Il Rifugio Benevolo, Lago e ghiacciaio di Goletta. Percorso a/r

L’itinerario che porta al rifugio Benevolo è una meta classica in questa valle, per il pranzo alpino che si può gustare presso il rifugio e per la splendida vista sul Gran Paradiso.

Escursione ridotta: Fino al rifugio, il dislivello in salita è di 500 mt, distanza a/r 8 km, tempo di percorrenza 3 h.

Escursione completa: Per chi voglia ammirare il vasto lago alpino di Goletta con lo splendido ghiacciaio omonimo che lambisce le sue rive, la salita è di ulteriori 400 mt, per un totale di 900 mt, distanza 15 km, tempo di percorrenza 5 h.

Il percorso parte da quota 1850 mt, il lago è a quota 2700 mt (Rifugio Benevolo quota 2285 mt.

Percorso su mulattiera, sterrata, sentiero. Paesaggio a pascolo e larici che spazia su gran parte del Parco. Pranzo al Rifugio.

Lunedì 24 Agosto: Valsavarenche, Rifugio Vittorio Emanuele II. Percorso a/r

E’ questo il sentiero più famoso della Valsavarenche. Alla conca dove sorge il rifugio intitolato al “re cacciatore”, saliva in passato una strada di caccia di cui, lungo la salita, si notano ancora molti tornanti ben costruiti e sostenuti da muri in pietra. I panorami sono superbi e i ghiacciai sembrano a portata di mano.

La mulattiera che costituisce, insieme al sentiero, il fondo dominante, si infila fra i lariceti iniziali, per aprirsi sui prati a pascolo delle zone più alte. Come per gli altri percorsi, il dislivello non è basso ma la salita è spesso graduale per la presenza di un tracciato pieno di tornanti che agevolano l’impegno.

Quota di partenza mt 1952. Quota di arrivo al rifugio 2735 mt. Dislivello in salita 800 mt. Distanza 10 km, Tempo di percorrenza 4 h. Pranzo in rifugio.

Per chi volesse scoprire la Valle con una escursione più comoda, è possibile, in autonomia, arrivare al primo rifugio in tempi brevi e, senza particolare impegno, fare una passeggiata sul sentiero che costeggia il torrente Savara, in un paesaggio naturale spettacolare. Pranzo in rifugio

Martedì 25 Agosto: Dalla Val Grisenche alla Val di Rhemes. Valichiamo le montagne

Un’altra meravigliosa valle del parco. Ci spostiamo con la macchina se possibile, altrimenti con NCC fino alla parte alta della grande incisione, a quota 1900 sopra al grande Lago di Beauregard. Si sale gradualmente su sterrata a tornanti fino a quota 2184 da cui si stacca un sentiero che sale al rifugio chalet de l’Epée, quota 2370 mt.

Chi volesse potrebbe fermarsi qui e tornare indietro agevolmente sulla stessa strada o su sterrate alternative comode e sicure.

Chi scegliesse l’opzione “escursione ridotta”: dislivello in salita 500 mt, distanza 10/15 km, secondo la scelta per il percorso di ritorno, in discesa. Più breve ma più ripida (10 km), più lunga ma più dolce la discesa (15 km).

Per chi proseguisse, il percorso fa valicare la cresta di cime che dividono la Val Grisenche con la Val di Rhemes e ci porterebbe direttamente a piedi in Albergo. In questo caso l’impegno si eleva per dislivello e spettacolarità ma non per lunghezza: dislivello in salita 1000 mt, distanza 15 km

Se non fosse possibile fare la traversata per mancanza di mezzi di trasporto sufficienti, si opterebbe per un percorso ad anello nella zona della del Rifugio de l’Epée.

 

Mercoledì 26 Agosto: Valsavaranche. Rifugio Savoia

Torniamo in Val Savaranche per toccare uno dei rifugi storici del Parco e una splendida zona costellata di laghi. Il percorso richiede un discreto impegno ma ripagato da superbi panorami.

Si arriverà alla testa della valle, quota 1956 mt con la macchina e a piedi dopo circa 8 km giungeremo al rifugio, posto vicino ai laghi del Nivolé e di numerosi altri a breve distanza.

Dislivello in salita 600 mt, distanza 16 km. Il percorso si sviluppa su una salita iniziale più accentuata e con una lunga graduale successiva salta che si distende sul piano del Nivolet. Al ritorno si percorrerà lo stesso itinerario o parzialmente diverso

Giovedì 27 Agosto: Val di Rhemes. I grandi alpeggi, i ghiacciai

Percorso che utilizza antichi camminamenti che, come altri, venivano utilizzati per le battute di caccia dei Savoia. Partiremo direttamente dall’albergo e ci terremo nella fascia di media montagna fra la valle e le imponenti creste che ci dividono dalla Valsavaranche.

Ad una salita iniziale più ripida segue un percorso più dolce che si tiene a mezza quota, intorno a 2300 mt. Discesa più ripida per il ritorno

Distanza 12 km. Dislivello totale in salita 650 mt

Venerdì 28 Agosto: Val di Cogne: I casolari di Money

Una salita abbastanza ripida ma facile conduce al balcone erboso dell’alpe Money, straordinario punto di osservazione sui ghiacciai e sul Gran Paradiso. Si possono avvistare camosci al mattino nel fondovalle, marmotte e spesso stambecchi nel piano di Money.

Fra i tanti percorsi della Val di Cogne ne abbiamo scelto uno fra i meno impegnativi e allo stesso tempo ricco di spunti naturali. Con questo percorso avremo anche la possibilità di osservare dalla macchina la valle in tutta la sua interezza, perché inizieremo a camminare alla testa e potremo fermarci al ritorno a visitare Cogne, la località forse più famosa del Parco.

Dislivello in salita 700 mt, distanza 12 km

 

 

Sabato 29 Agosto: Rientro ai luoghi di provenienza 

Appunti di viaggio…

Pronto a partire?

3 + 12 =

X contatti veloci:

Se hai bisogno di informazioni aggiuntive, compila il modulo accanto, o scrivimi a info@camminomediterraneo.com

Oppure chiama al numero: (+39) 333.632.7610

Proprietario del sito web:  cammino mediterraneo – di Giuseppe D’Onofrio – Partita IVA – 14405561003

condividi
condividi