______333.632.7610 info@camminomediterraneo.com

Trekking a Pantelleria

6 giorni

La straordinaria isola di Pantelleria, un grande valore di natura, tradizioni e atmosfere mediterranee

martedì 20 – domenica 25 aprile

(Scadenza Iscrizioni: 20 marzo)

Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo.

Le spese sotto descritte verranno sostenute autonomamente da ogni partecipante, salvo quelle relative alla Guida che vanno anticipate al momento della adesione e di cui si rilascerà regolare Fattura. Cammino Mediterraneo indica solo servizi del territorio di cui ha diretta e pluriennale esperienza, con un buon rapporto qualità/prezzo. Ogni partecipante è libero di non aderirvi e scegliere servizi diversi.

 

  • Assistenza Tecnica: 150 euro
  • Cinque giorni di B & B, camera matrimoniale o doppia, presso Hotel, località Tracino: 200 euro
  • Supplemento per chi scegliesse camera doppia uso singola: 35 euro a notte
  • Tre cene presso Ristoranti: Costo secondo consumo (da 25 a 35 euro a cena circa)
  • Pranzi al sacco
  • I viaggi in aereo vanno acquistati autonomamente. Nella sezione Trasporti vengono indicati i voli consigliati
  • Noleggio automobile sul posto

Accompagnatore Giuseppe D’Onofrio   333 6327610

Trekking Medio.

Per la partecipazione non è prevista Tessera da sottoscrivere
Le escursioni in programma possono essere modificate o annullate, a discrezione della Guida, per motivi meteo e di sicurezza.

Su richiesta inviamo il programma completo comprendente anche i dettagli relativi ai voli aerei, ai servizi scelti sull’isola e alle modalità di adesione. E’ sufficiente inviare un messaggio whatsApp al 333 6327610 oppure una e-mail a info@camminomediterraneo.com

Cosa vedremo e faremo, a piedi.

Ogni giornata di trekking terminerà con una visita agli antichi villaggi, alle meravigliose cantine e alle aziende agricole, veri siti “artistici” dell’isola, alle capperie (coltivazione del celebre cappero di Pantelleria), degusteremo il famoso passito e i prelibati vini, i profumati prodotti agricoli, tipici di questa stupenda terra.

Non vengono inseriti nel programma scritto perché verrà verificata la fruizione di ognuno e scelti i migliori disponibili, proposti ai partecipanti prima della partenza.

 

Consigli utili

Obbligatori:
Scarponcini da trekking, alti alla caviglia, non è possibile fare escursioni con calzature diverse.
Consigliati
Bastoncini.
Indumenti per la pioggia
Costume bagno, asciugamano e ciabatte per la sauna naturale in grotta

Il programma

Cosa vedremo e faremo, a piedi.
Ogni giornata di trekking terminerà con una visita agli antichi villaggi, alle meravigliose cantine e alle aziende agricole, veri siti “artistici” dell’isola, alle capperie (coltivazione del celebre cappero di Pantelleria), degusteremo il famoso passito e i prelibati vini, i profumati prodotti agricoli, tipici di questa stupenda terra.
Non vengono inseriti nel programma scritto perché verrà verificata la fruizione di ognuno e scelti i migliori disponibili, proposti ai partecipanti prima della partenza.

Martedì 20 Aprile: fra le lave della costa settentrionale e laghetto delle Ondine

Giunti all’aeroporto utilizzeremo le automobili noleggiate per spostarci in Hotel. Dopo la sistemazione, andremo al punto di inizio della escursione di oggi.

Uno dei percorsi più belli dell’isola, breve e intenso, si snoda sulla costa, fra le colate laviche che hanno lasciato forme spettacolari battute dai venti a dalle onde del mare. Non presenta difficoltà particolari, si nota la presenza di una rigogliosa vegetazione e di scale in pietra scavate nella roccia. Anche in questa escursione, come per le altre, consiglio l’uso di bastoncini, per chi possa portarli nel bagaglio da stiva.

Lunghezza 9 km, dislivello 300 mt, tempo di percorrenza escluse le soste 3 h.

Rientro i Hotel e cena in Ristorante

Mercoledì 21: Anello della Montagna Grande

E’ il percorso che ci permette di circondare il Vulcano maggiore dell’isola, un anello completo che attraversa vari paesaggi, dalle lave ai boschi, dalle risorgive termali ai prati, toccando le postazioni militari della seconda Guerra e gli onnipresenti dammusi. Una escursione che impegna l’intera giornata e che ci permette di entrare nel cuore dell’isola e nelle piccole frazioni di un unico grande comune, luoghi oggi semi turistici dove maggiormente si assapora l’atmosfera isolana.

Il dislivello complessivo in salita è di 400 mt, la distanza è di 14 km, il tempo di percorrenza comprese le soste è di 6 ore. Fondo del terreno comodo, principalmente su stradelli

Nella parte finale del percorso faremo una sosta nella Grotta di Benikulà, una cavità naturale dove i vapori caldi che emergono dalla terra sono il richiamo di molti appassionati di saune naturali

Cena in Ristorante

Giovedì 22: Visita alla Grotta dei Briganti, cima dell’isola e Cuddia Mida

La Cuddia, in pantesco, è il vulcano, la bocca craterica che sull’isola assume generalmente piccole dimensioni. Se ne trovano ovunque, in genere accompagnate da esalazioni e fumarole, calde e piacevoli.

In questa giornata passeremo dal grande panorama offerto dalla cima dell’isola (836 mt) alle splendide pinete di pino d’Aleppo e marittimo, a cavità naturali fino allo scenario dantesco di Cuddia Mida, una bocca craterica di piccole dimensioni.

Anche in questa giornata il percorso è in tutta sicurezza e utilizza in buona parte stradelli e tagliafuoco.

I panorami sono di eccezionale bellezza, lontani a scorgere l’Africa, visibile nelle giornate terse.

Dislivello in salita 400 mt, tempo di percorrenza 3 h, distanza 9 km.

Rientro in Albergo e cena in Trattoria.

Venerdì 23: Trekking al Lago di Venere

Non può mancare un trekking che parta e arrivi al Lago di Venere, uno dei luoghi simbolo dell’isola, un antico vulcano oggi suggestivo lago dai colori smeraldo. Il percorso ci porta sulla parte sommitale, dove il cratere ancora conserva la sua conformazione circolare; ce ne staccheremo per inoltrarci nelle splendide campagne, oggi preziosi vigneti. Il percorso, circolare, non è lungo ma con tratto iniziale breve e molto ripido e un sentiero accidentato quanto affascinante che si incunea fra le lave.

Distanza 12 km, dislivello in salita 400 mt, tempo di percorrenza 4 h escluse le soste

Sabato 24: la suggestiva Piana di Mueggen

Entriamo in un pianoro collocato a circa 400 mt, un emblema della migliore tradizione vitivinicola dell’isola, uno spaccato dell’oro isolano, dove splendidi dammusi e “giardini panteschi” interrompono la distesa delle tipiche e meravigliose vigne a pianta bassa (patrimonio dell’umanità). Il percorso ci porta ad ammirare questo paesaggio e anche in questa giornata passeremo di fianco ad alcune cuddie e boschi di leccio.

Nei panorami, come per tutte le altre escursioni, domina il Mediterraneo e quella strana sensazione di trovarsi su di uno scoglio, lontano da tutto.

Domenica 25 Aprile: Il Monte Gibele

Prima della partenza, per chi volesse visitare un altro splendido esempio del vulcanesimo pantesco, ci inoltriamo in una bella escursione, forse il vulcano più spettacolare dell’isola, il Monte Gibele, un cratere (il secondo per grandezza sull’isola) dalla forma perfetta, oggi ammantato da una lussureggiante vegetazione.

Il percorso circolare è di solo 5 km, dislivello 300 mt, fondo comodo con brevi tratti ripidi in discesa.

Splendide vigne e fortificazioni della seconda guerra arricchiranno questa giornata.

Al termine ci sposteremo verso l’aeroporto per la partenza verso i luoghi di provenienza

Appunti di viaggio…

Pronto a partire?

6 + 10 =

X contatti veloci:

Se hai bisogno di informazioni aggiuntive, compila il modulo accanto, o scrivimi a info@camminomediterraneo.com

Oppure chiama al numero: (+39) 333.632.7610

Proprietario del sito web:  cammino mediterraneo – di Giuseppe D’Onofrio – Partita IVA – 14405561003

condividi
condividi